Sono state oltre 150 le proposte progettuali caricate nel sistema informatico per la partecipazione alla prima fase del primo bando per progetti standard del Programma ENI di cooperazione transfrontaliera Italia-Tunisia 2014-2020.

I termini per la presentazione delle proposte progettuali scadevano alle ore 14 di lunedì 15 gennaio e i candidati hanno avuto a disposizione circa tre mesi di tempo. Il Dipartimento della Programmazione della Regione Siciliana, in qualità di Autorità di Gestione del Programma Italia-Tunisia 2014-2020, ha infatti pubblicato il bando in data 27.10.2017.

La dotazione finanziaria comunitaria destinata al primo bando è pari a 16 milioni di euro e l’obiettivo previsto è quello di acquisire proposte progettuali puntuali e concrete relative ai 3 Obiettivi tematici e alle 7 priorità del Programma, che riguardano le sfide legate alla crescita economica del territorio transfrontaliero fra la Tunisia e la Sicilia, attraverso lo sviluppo di piccole e medie imprese e dell’imprenditorialità, il sostegno all’istruzione, alla ricerca, allo sviluppo tecnologico e all’innovazione, nonché la protezione dell’ambiente e l’adattamento ai cambiamenti climatici.

Da una prima analisi dei dati, emerge che il 57% delle domande pervenute è stato presentato da Capofila italiani, mentre il restante 43% da Capofila tunisini.

Nelle prossime settimane un apposito Comitato di Selezione dei progetti, composto da esperti tunisini ed italiani, avvierà la valutazione tecnica delle domande presentate.

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per offrire servizi in linea con le tue preferenze. Se non accetti i cookie le funzionalità del sito risulteranno limitate. Se vuoi saperne di più sui cookie leggi la nostra Cookie Policy.