«L’Unione Europea è pronta ad agevolare lo sviluppo economico e sociale della Tunisia, ad accompagnarne il processo di consolidamento della democrazia e a sostenerne le riforme». È quanto affermato dal commissario incaricato della politica europea di vicinato, Štefan Füle, nel corso dell’ultima visita ufficiale a Tunisi.
Durante la missione l’alto rappresentante ha espresso il suo apprezzamento nei confronti della Tunisia affermando che «è il più bel esempio di funzionamento del principio del “more for more” per il sostegno alla trasformazione democratica nel nostro vicinato». Egli ha, infatti, precisato che «in Tunisia l’UE ha impegnato 400 milioni di euro in due anni al posto dei 240 milioni inizialmente previsti per tre anni». Il commissario europeo ha quindi riconfermato l’impegno e il sostegno dell’UE verso la Tunisia, firmando due accordi finanziari per un valore complessivo di 27 milioni di euro, a sostegno del ruolo della società civile e per migliorare la competitività del settore dei servizi. Inoltre, il commissario Füle ha anche sottoscritto, con i rappresentanti di una decina di organizzazioni non governative, tre contratti di sovvenzione di valore superiore a due milioni di euro per vari progetti, sottolineando in questo modo l’attenzione dell’UE alla società civile. Per ulteriori informazioni consultare il sito: http://www.enpi-info.eu/

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per offrire servizi in linea con le tue preferenze. Se non accetti i cookie le funzionalità del sito risulteranno limitate. Se vuoi saperne di più sui cookie leggi la nostra Cookie Policy.