Nell'ambito delle azioni di diffusione dei risultati, il progetto ESSORENTREPRISE ha organizzato dei seminari a tema, in occasione della visita ufficiale dell'Ambasciatore della Repubblica Tunisina in Italia, che si è svolta a Modica nei giorni 28 e 29 giugno.

Obiettivo dell'iniziativa, organizzata dal Comune di Modica - beneficiario del progetto - è la presentazione dei primi risultati del progetto stesso e il consolidamento delle relazioni culturali, imprenditoriali e turistiche tra la Sicilia e la Tunisia.
All'evento ha preso parte, in qualità  di Autorità  di Gestione Congiunta del Programma Italia-Tunisia, il dott. Antonio Piceno, che per il seminario "Sicilia e Tunisia, incontro di culture, di orgoglio per la costruzione di un itinerario mediterraneo", ha illustrato i risultati raggiunti dal Programma di cooperazione Italia Tunisia, attraverso i progetti sinora finanziati, e ha focalizzato l'attenzione anche sulle questioni tecniche nella cooperazione futura fra i due Paesi, ribadendo, al contempo, la qualità  nelle relazioni esistenti fra la Sicilia e la Tunisia. Non a caso, la visita dell'Ambasciatore tunisino rappresenta un importante momento per avviare e intensificare i legami culturali, imprenditoriali e turistici tra la Tunisia e la Sicilia.

Foto_ufficiale1

"I rapporti tra i due Paesi possono e devono essere rafforzati nell'ambito di un accordo euro-mediterraneo che tenga conto della loro millenaria amicizia, che registra storie e valori condivisi" ha, infatti, dichiarato l'ambasciatore della Repubblica tunisina, Naceur Mestiri. Nel corso del suo intervento durante la sessione dei lavori del seminario su: "New Tunisia, new Sicilia - l'occasione storica per la costruzione di un asse strategico nel cuore del Mediterraneo", l'Ambasciatore ha poi sottolineato come il rapporto Sicilia-Tunisia, almeno rimanendo sul piano delle volontà  espresse, ha una grande prospettiva sugli scambi culturali, imprenditoriali e turistici. «La Tunisia e la Sicilia sono legati da rapporti storici e culturali, e anche la vicinanza geografica facilita la creazione di legami che devono essere rafforzati - ha detto Mestiri - Il potenziale c'è e si spera si possa lavorare in sinergia. E' importante la cooperazione affinché anche le regioni interne meno sviluppate possano trovare nuovo impulso, occorre inoltre favorire un approccio globale per contrastare l'immigrazione clandestina e permettere agli imprenditori dell'area Sud Est della Sicilia di interagire con il mercato tunisino». Non a caso, ad esempio, le attività  di cooperazione, avviate con il progetto ESSORENTREPRISE tra i due Paesi partner, proseguono e si estendono sempre di più verso uno scopo comune che è quello di dar vita ad un asse strategico su cui far convergere le micro e piccole identità  produttive del Mediterraneo, mediante un rapporto collaborativo.
Alla due giorni hanno partecipato, fra gli altri, il Console tunisino in Sicilia, Farhat Ben Souissi, il Sindaco di Modica, Ignazio Abbate, il direttore dell'ANCI Sicilia, Sebastiano Di Mauro, e il delegato generale, Hechmi Chatmen, della FIPA - agenzia che offre consulenza, sostegno e inquadramento agli investitori esterni.
Gli imprenditori, i rappresentanti delle associazioni di categoria, i giovani imprenditori intervenuti all'evento hanno avuto modo di conoscere più da vicino la realtà  tunisina e, dai loro interventi, sono emerse la necessità  di una forte e convinta collaborazione con la Tunisia e la volontà  di determinare un flusso di investimenti per creare lavoro con l'assistenza dell'Unione Europea.
I lavori, che hanno previsto due ricche giornate di incontri e momenti di riflessione, si sono chiusi con una tavola rotonda sul tema: "La realizzazione dei nuovi itinerari nel Mediterraneo e le opportunità  di accesso al mercato del turismo". La sessione si è conclusa con la volontà  di redigere una carta di intenti che sarà  proposta al Governatore della Sicilia, Rosario Crocetta, come progetto economico commerciale utile ad unire l'Isola alla Tunisia.

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per offrire servizi in linea con le tue preferenze. Se non accetti i cookie le funzionalità del sito risulteranno limitate. Se vuoi saperne di più sui cookie leggi la nostra Cookie Policy.