Strutture di gestione

Per comprendere al meglio il sistema di controllo e i circuiti finanziari previsti dal Programma Italia Tunisia 2007-2013, in questa sezione troverete una presentazione delle Strutture di Gestione e Controllo nonché delle principali fasi del circuito di rendicontazione, di controllo e verifica della spesa dei progetti finanziati dal Programma.

Presentazione delle Strutture di Gestione e dei circuiti finanziari del Programma (PPT)

_________________________________________________________________________________

Conformemente alle norme d'applicazione del regolamento (CE) 951/2007 dei programmi ENPI-CT, l'organizzazione delle strutture congiunte di gestione e d'amministrazione per il Programma ENPI Italia - Tunisia comporterà:

  • Comitato di Sorveglianza Congiunto (CSC)

Il CSC comprenderà:

-  Una delegazione per ogni paese che partecipa al Programma, che include un membro delegato per ogni Stato

-  Il direttore dell' AGC senza diritto di voto ed un Segretario membro del STC

- Un rappresentante della Commissione europea è invitato a partecipare alle riunioni del   Comitato di sorveglianza congiunto come osservatore e senza alcun potere di decisione.

Il CSC è l'organo di decisione del Programma, mentre l'AGC svolge una funzione d'esecuzione. Il CSC veglia sulla strategia e la buon'esecuzione del Programma.

  • Comitati di selezione dei progetti (CSP)

Il CSP lavora con il supporto di un gruppo di valutatori per la valutazione dei progetti per ogni bando. I membri del CSP approveranno i risultati di questa valutazione secondo le procedure definite dal PRAG. I progetti saranno classificati secondo i criteri e la griglia di valutazione approvati dal CSC.

Il CSP presenterà al CSC "un Rapporto di Valutazione", che include la lista di tutti i progetti presentati, classificati secondo il punteggio ottenuto attraverso la griglia di valutazione e le indicazioni della soglia minima d'approvazione.

Conformemente all'accordo tra l'Italia e la Tunisia, la responsabilità dell'AGC è affidata alla Regione Siciliana (Italia), con sede a Palermo. Come organo esecutivo del Programma, l'AGC è responsabile della gestione e dell'attuazione del Programma, conformemente al principio di buona gestione tecnica e finanziaria

L'STC è l'organo tecnico ed amministrativo d'assistenza alla AGC nella gestione quotidiana del Programma, creato dopo approvazione dal CSC. L' AGC è responsabile di tutti gli atti del STC. La base operativa è a Palermo.

Per svolgere le sue funzioni, la STC è costituita da una struttura permanente supervisionata da un Coordinatore e di un'Antenna a Tunisi. L'STC svolge le funzioni seguenti:

- Assistenza ai beneficiari dei progetti,

- Comunicazione, informazione, visibilità.

- Assistenza finanziaria

Per lo svolgimento dei propri compiti, l'STC coordinerà le sue attività con l'assistenza tecnica finanziata dalla Commissione europea (RCBI, INTERACT,...).

L'antenna con sede a Tunisi avrà le responsabilità seguenti:

 · Sostenere l'AGC e l'STC nella realizzazione delle attività d'informazione, di comunicazione e d'animazione che riguardano gli attori locali eleggibili nel quadro del Programma

· Erogare ai beneficiari tunisini un servizio di help desk per gli aspetti di gestione finanziaria dei progetti.

L'antenna coordinerà le sue attività con il Ministero tunisino della Pianificazione e della Cooperazione Internazionale.

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per offrire servizi in linea con le tue preferenze. Se non accetti i cookie le funzionalità del sito risulteranno limitate. Se vuoi saperne di più sui cookie leggi la nostra Cookie Policy.