Si è svolto lunedì 28 ottobre a Palermo, presso l'Aula magna della Scuola Politecnica dell’Università degli Studi di Palermo, il secondo evento informativo sull’avviso pubblico per progetti strategici del programma ENI di cooperazione transfrontaliera Italia-Tunisia 2014-2020.

Obiettivo dell’incontro, organizzato dal Dipartimento della Programmazione della Regione Siciliana in qualità di Autorità di Gestione del Programma, era di fornire tutte le informazioni necessarie alla presentazione delle proposte progettuali e d’illustrare le caratteristiche salienti del nuovo bando.

Con la pubblicazione, lo scorso 18 ottobre, dell’Avviso pubblico n. 02/2019 con procedura “one step” per la presentazione di progetti di cooperazione strategici si sono aperte nuove e concrete opportunità per la cooperazione transfrontaliera tra la Sicilia e la Tunisia.

La dotazione finanziaria comunitaria destinata all’avviso è pari a 14 milioni di euro ripartita tra i seguenti 3 obiettivi tematici:
1) Sviluppo delle PMI e dell’imprenditorialità
2) Sostegno all’educazione, alla ricerca, allo sviluppo tecnologico e all’innovazione
3) Protezione dell’ambiente e adattamento ai cambiamenti climatici

L’evento, al quale hanno preso parte circa 150 persone, si è aperto con i saluti istituzionali del Console della Repubblica tunisina in Palermo, M. Jalel Ben Belgacem, e del Presidente della Scuola Politecnica dell’Università degli Studi di Palermo, prof. Francesco Paolo La Mantia.

A illustrare le caratteristiche dell’avviso, gli interventi di Vincenzo Petruso, in rappresentanza dell’Autorità di Gestione, e di Rosario Sapienza, coordinatore del Segretariato Tecnico Congiunto, che hanno fornito chiarimenti sulle regole di partecipazione e d’eleggibilità e di ammissibilità, nonché sui criteri di valutazione.

Le proposte progettuali potranno essere presentate da organismi pubblici e privati con sede in tutto il territorio della Sicilia e della Tunisia con alcune limitazioni previste dall’avviso stesso, nonché ministeri e organismi nazionali italiani, con sede a Roma, sotto il controllo del governo con una competenza e un interesse a livello nazionale.

Daniela Bica, dirigente del Dipartimento della Programmazione, ha ricordato che il programma Italia-Tunisia, tramite i progetti strategici, intende promuovere innovazioni rilevanti ed effetti che vadano oltre il finanziamento del Programma. Le proposte progettuali dovranno essere in grado di intercettare e soddisfare i bisogni del territorio e dovranno coinvolgere attori pubblici e privati nazionali, regionali e locali con una vasta esperienza consolidata e delle competenze in grado di determinare cambiamenti nei settori interessati. 

Il contributo per singolo progetto è compreso tra 1,2 e 1,8 milioni di euro a copertura di un massimo del 90% del costo totale.

La data di scadenza per la presentazione delle proposte progettuali è il 17 dicembre 2019

L’incontro si è poi concluso con la sessione “Domande e risposte” che ha consentito a tutti i partecipanti di ottenere risposte ai loro quesiti sui temi trattati nel corso della giornata, un approfondimento sulle linee guida dell’avviso e di comprendere le nuove regole di partecipazione e ricevere suggerimenti per una candidatura di successo.

Il prossimo evento informativo sull’avviso pubblico per progetti strategici si terrà a Catania mercoledì 13 novembre 2019, presso l'Auditorium "Giancarlo De Carlo" del Monastero dei Benedettini dell'Università di Catania (Dipartimento di Scienze Umanistiche, Piazza Dante, 32 - Catania).

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per offrire servizi in linea con le tue preferenze. Se non accetti i cookie le funzionalità del sito risulteranno limitate. Se vuoi saperne di più sui cookie leggi la nostra Cookie Policy.