Progetti

In questa sezione troverete:

  • l'elenco dei progetti standard finanziati
  • l'elenco dei progetti strategici (per i quali il processo di valutazione, che può subire delle modifiche, è in fase di completamento)
  • le opportunità di lavoro offerte da questi progetti
  • i documenti necessari per la gestione dei progetti

I progetti standard hanno soprattutto un carattere innovativo e dimostrativo rispetto ai legami e al valore aggiunto transfrontalieri tra l'Italia e la Tunisia.

I progetti, che possono consistere in azioni pilota, sperimentazioni transfrontaliere, trasferimento di competenze o esperienze da un lato all'altro della frontiera marittima tra la Tunisia e la Sicilia, dovranno avere un partenariato composto da un minimo di 2 partner (compreso il candidato Capofila), di cui almeno 1 stabilito in Italia e 1 in Tunisia nei territori eleggibili (cibles) e non possono includere più di 3 partner dello stesso paese.

La dotazione finanziaria comunitaria destinata al bando è di 16 milioni di euro ripartiti tra i 3 obiettivi tematici del Programma. Per i progetti standard, che possono riguardare tutte le priorità del programma, il contributo dell'UE per ciascun progetto può essere compreso tra un minimo di 800.000 euro e un massimo di 1.200.000 euro.

La durata massima di ciascun progetto non deve superare i 36 mesi.

Le proposte progettuali devono contribuire allo sviluppo delle pratiche di cooperazione e delle politiche pubbliche settoriali, nazionali e regionali, favorendo il trasferimento delle buone pratiche.

Con i progetti strategici, il programma Italia Tunisia mira a promuovere innovazioni rilevanti per le politiche e gli effetti che vanno oltre la durata del progetto. Le proposte di progetto devono poter intercettare e soddisfare le esigenze del territorio e coinvolgere attori pubblici e privati nazionali, regionali e locali con una vasta esperienza consolidata e competenze in grado di determinare l'evoluzione dei settori interessati. Allo stesso tempo, dovranno condurre azioni di capitalizzazione volte a garantire una gestione sistematica delle conoscenze acquisite nell’ambito del programma.

L'approccio strategico si distingue in:

  • Approccio integrato o Mainstreaming
  • Capitalizzazione

Le finalità dell'approccio Mainstreaming sono:

  • Creare sinergie con le principali politiche europee, nazionali e regionali
  • Contribuire all'elaborazione di nuove politiche pubbliche e di innovazioni pertinenti
  • Coinvolgere attori pubblici e privati a tutti i livelli (nazionale, regionale e locale) dotati di un'ampia esperienza consolidata e di competenze chiave per favorire l'impatto, il cambiamento e l'innovazione politica

Questioni chiave:

  • Risultati sostenibili a medio e lungo termine
  • Aspetti di un progetto che potrebbero essere ampiamente riprodotti (trasferibilità)
  • Contribuire a miglioramenti o innovazioni nell'elaborazione o nell'attuazione delle politiche del settore pubblico nell'area target
  • Sviluppare ulteriormente le conoscenze esistenti e offrire buone pratiche

Le finalità dell'approccio Capitalizzazione sono:

  • Incoraggiare la generazione di conoscenze tematiche «avanzate» e di risultati «di alta qualità» derivanti dalle parti dei progetti, mediante l’individuazione di «buone pratiche»
  • Promuovere il trasferimento e lo sviluppo di mezzi per il riutilizzo delle conoscenze e dei risultati
  • Individuare le possibilità di dialogo con comunità simili nei programmi di cooperazione interregionale e territoriale
  • Integrare i risultati dei progetti e delle altre esperienze della programmazione UE 2007-2013 e 2014-2020

Questioni chiave:

  • Garantire che i risultati rafforzino i progressi realizzati nella programmazione UE 2007-2013 e 2014-2020 o in altre iniziative nazionali dei due paesi
  • Garantire la visibilità e i risultati del programma
  • Accrescere la visibilità della cooperazione transfrontaliera tra la Sicilia e la Tunisia con eventi pubblici e attività di animazione territoriale.

La dotazione finanziaria comunitaria per i progetti strategici ammonta a 14 milioni di euro, ripartiti tra i tre obiettivi tematici del programma.

Nell'ambito dell'avviso possono partecipare alle proposte progettuali delle organizzazioni pubbliche e private con sede nel territorio della Sicilia e della Tunisia, con le restrizioni previste nello stesso avviso n. 02/2019, nonché dei ministeri e degli organismi nazionali italiani sotto il controllo del governo con sede a Roma con competenza e interesse nazionale.

La durata massima dei progetti è di 24 mesi e un partenariato di progetto deve essere costituito da un minimo di 4 partner (compreso il candidato Capofila), di cui almeno 2 aventi sede in Italia e 2 in Tunisia nei territori eleggibili (cibles), mentre il numero massimo di partner per progetto è 8.

Il contributo per progetto, che può riguardare le priorità selezionate nell’avviso per progetti strategici, varia tra un minimo di € 1.200.000 e un massimo di € 1.800.000 fino al 90% del costo totale.